Noodles Cinesi Vegetariani

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Piacevoli, profumati, golosi. Cosa desiderare di più da un piccolissimo peccato di gola?

per 4 persone:

1 confezione di noodles cinesi
2 carote
1/4 di cavolo cinese
2 porri
4 zucchine piccole
60 gr. di zenzero fresco
olio di semi di girasole
4 uova medie
100 gr. di germogli di soia
salsa di soia
poco sale

Mondare tutte le verdure, tagliare il porro a fettine sottilissime, ridurre a julienne le carote e le zucchine, tagliare il cavolo cinese sottile sottile, togliere la buccia alla radice di zenzero, lavare i germogli di soia con acqua e poco aceto e scolarli bene, sbattere le uova in una ciotola e lasciarle da parte.

Far bollire abbondante acqua poco salata.

Scaldare 4 cucchiai di olio di semi di girasole in un wok o in una padella molto capiente appena caldo unire il porro e lasciar soffriggere un paio di minuti, unire quindi il cavolo, dopo poco le carote e le zucchine. Le verdure dovranno risultare croccanti. grattugiarvi la metà dello zenzero previsto, mescolare bene.

Toglierle dal wok e tenerle da parte in una ciotola.

Mettere ancora un paio di cucchiai di olio di semi di girasole nel wok (che tra una cottura e l’altra NON andrà lavato), versare le uova sbattute e strapazzarle fino ad ottenere degli “stracceti” di uovo fritto.

Nel frattempo cuocere i noodles nell’acqua precedentemente portata ad ebollizione scolarli MOLTO al dente (basteranno 30/40 secondi di cottura). Versarli nel wok con i germogli di soia. Unire il resto delle verdure far saltare per qualche secondo per amalgamare bene, grattugiare l’ultima parte di zenzero e terminare con salsa di soia a piacere. Fare attenzione alla quantità perchè la salsa di soia è molto saporita.

Servire caldissimi!!

Nei noodles ritratti in foto mancano i germogli di soia perchè facendo la spesa all’ultimo momento non li ho trovati. In ogni caso sono venuti davvero buoni perchè ciò che fa la differenza è lo zenzero che deve essere freschissimo!

60106_10201603714886312_802778649_n

Testo e immagini di Susanna Giovannini