Castagnaccio

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ il castagnaccio che si fa in casa mia. C’è chi miscela il latte all’acqua ma io preferisco usare solo acqua ed eventualmente non lesinare sull’olio di oliva.

Ecco la ricetta in tutta la sua semplicità.

Ingredienti:

500 gr. di farina di castagne di ottima qualità

650/700 gr. di acqua fredda

100 gr. di pinoli

80 gr. di uva sultanina ammollata in poco cognac

50 gr. di zucchero (assaggiare la farina e se la sentite amarognola arrivate anche a 100 gr. senza paura)

100 gr. di olio di oliva (non lesinate con l’olio altrimenti poi vi viene immangiabile e di marmo)

1 rametto di rosmarino

1 pizzico di sale

Porre la farina di castagne in una ciotola ed impastare tutti gli ingredienti (tranne i pinoli) fino ad ottenere una consistenza cremosa e piuttosto fluida del composto. Io non ho messo l’uva sultanina (non la amo eccessivamente) ho preferito raddoppiare la quantità di pinoli.

Accendere il forno statico a 160° e infornare per 35-40 minuti in uno stampo da 22 cm circa, perfettamente oleato. Il castagnaccio non deve essere più spesso di 2 cm. Una volta cotto deve presentare in superficie delle piccole crepe è normale e va bene così (se fossero troppe e troppo profonde si sarà seccato troppo).

Si conserva per diversi giorni meglio se chiuso in una bustina per alimenti. E’ il classico dolce da credenza delle nostre nonne. Buono!!!

20141214_110144
 
 
20141214_121912
 
20141214_121937
 
20141214_164620
 
20141214_165939