RISOTTO

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Apelle 7 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #157735

    Apelle
    Partecipante

    Scusate, ma voi trovate molta differenza fra un bel sugo morbido e poi una
    cottura del riso a parte (bollitura) e quindi un bagno del riso nel sugo x 3 minuti
    per insaporirlo e condirlo ………e un risotto tradizionale fatto con il brodo (come
    tutti sappiamo) con tutti gli elementi nello stesso contenitore a farli ritirare ???

    Forse e’ una provocazione, ma vorrei sapere il Vs parere …. tradizione a parte ….

    #261192
    mammagatta
    mammagatta
    Partecipante

    la differenza c’è, eccome se c’è!
    nel primo caso ottieni un risotto come quello delle buste o delle mense o dei ristoranti mediocri…, nel secondo invece ottieni UN RISOTTO

    #261193

    Apelle
    Partecipante

    Non prenderla come una denigrazione del risotto perche’ non lo e’ affatto
    in quanto mia madre era Mantovana, cioe’ una citta’ del risotto al
    100×100; ma 4 o 5 minuti di insaporimento a caldo con il riso che
    si continua a cuocere ancora e prende sapore con il sugo, non riesce
    ad eguagliare la procedura e l’insaporimento del risotto secondo te ???

    #261194
    mammagatta
    mammagatta
    Partecipante

    no

    #261195

    Apelle
    Partecipante

    Ok

    grazie per il parere.

    #261196


    Il risotto fatto nel modo tradizionale consente al riso di rilasciare l’amido importantissimo per la buona riuscita del cosiddetto risotto “all’onda” ovvero giustamente morbido, giustamente umido, giustamente insaporito. La funzione del rilascio dell’amido è anche quella di ingabbiare i sapori e fare in modo che ogni singolo chicco sia rivestito di una camicia di sapore… ho cercato di darti una spiegazione molto semplice con parole mie… ma questo è il concetto…
    😉

    #261197

    Saudade
    Membro

    Uno e’ riso bollito, l’altro e’ risotto.

    #261198
    gaviota argentea
    gaviota argentea
    Partecipante

    a casa mia si usava un piatto di riso bollito a metà cottura e portato a termine cuocendolo in una salsa di pomodoro inizialmente piuttosto liquida. Non era male, ma tutta un’altra cosa dal risotto. Ovviamente mancando la tostatura del riso nel burro risultava forse più leggero.
    Però un risotto a regola d’arte è molto più gustoso…e lo dice una che il risotto non lo ama e lo prepara più che altro per far piacere al marito. 😉 😉

    #261199
    Dida
    Dida
    Partecipante

    Per piacere non chiamiamo risotto un riso bollito e poi finito nel sugo, la mia milanesità si ribella. Il Risotto con la R maiuscola è un’altra cosa, tostato nel butto insaporito dalla cipolla e poi bagnato con un buon vino rosso, fatto evaporare e cotto poi con piccole aggiunte di brodo e con lo zafferano, sino alla mantecatura con burro e parmigiano. Puoi fare anche un risotto alla parmigiana, bianco, e allora userai vino bianco e niente zafferano, ma tanto parmigiano e un bel pezzo di burro nel finale. E’ buonissimo anche rosso, con pomodoro fresco o passata, ma il sistema di cottura non cambia.

    #261200

    Apelle
    Partecipante

    Ho capito benissimo, grazie per la spiegazione molto chiara ….

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.