Marmellata in vasi con tutta sicurezza e con molta velocità

Home Forum La Cucina dell’Universo Ricette Senza Veli Marmellata in vasi con tutta sicurezza e con molta velocità

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  pasticcino 6 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #157719

    pasticcino
    Partecipante

    Certo che si può…magari lo sapete anche già, ma come si dice repetita iuvant ;-).
    Molti sterilizzano dopo aver invasettato, ma se metti a bollire per mezzora una confettura comunque anche se invasettata continua a cuocere.
    C’è chi passa per mezzora i vasi in MW, ma sinceramente basta meno, eppoi in MW i tappi non li puoi mettere.
    Io faccio così.
    Innanzitutto li lavo in lavastoviglie con tanto di asciugatura, così il vapore dell’asciugatura arriva già verso la temperatura minima di pastorizzazione. Poi li passo – senza tappo- nel MW alla massima potenza per 40-50 secondi. Questa operazione la faccio quando la confettura è praticamente pronta per essere invasettata, bella bollente. Seguendo il consiglio della mia amica e collega Roberta, che è chimica chimica – non come me che sono ibrida- uso l’alcol per liquori per avvinare vasetti e tappi. L’alcol è un batteriostatico, quindi va benissimo. Si possono anche usare liquori o grappa – magari evitate le monovitigno, quelle è meglio bersele (ma per le confetture danno un aroma…) Come procedo? Mentre i vasetti sono nel MW, metto una piccola quantità di alcol per liquori nel tappo e la faccio scorrere per bene sulla superficie. Uso quella stessa quantità per altri due tappi, poi butto via. Con l’alcol per liquori avvino anche l’imbuto per invasettare. Poi invasetto e metto tutti i vasi a testa in giù, finchè non si raffreddano (una volta rafffreddati il tappo è a tenuta e fara “clac” quando lo aprirete).
    Siccome sto evitando di usare pectina commerciale e lo zucchero che metto è sempre meno, faccio una doppia procedura comunque rapida.
    Faccio tutto come sopra, fino all’avvinamento dell’imbuto. Poi, quando i vasetti sono pronti, ne tiro fuori uno dal MW (facendo attenzione a non scottarmi e a non romperlo lasciandolo cadere per terra in quanto caldo…è il metodo empirico che mi fa parlare così), metto una piccola quantità di alcol per liquori nel vasetto. Chiudo con il suo tappo e agito. Riapro, passo l’alcol in un altro vasetto (sempre preso dal MW come sopra) e chiudo con il suo tappo il secondo vasetto. Subito dopo, nel primo vasetto metto la confettura bollente, poi chiudo e metto a testa in giù sul piano di lavoro. E ripeto tutto daccapo. Ogni tre vasetti scarto l’alcol per liquori.
    Nel caso voleste invece confetture aromatizzate ad un liquore speciale, invece di scartare si lascia un fondo di liquore che donerà alla confettura/marmellata un restogusto d’antan ma buonissimo.
    Se avete volgia di leggere poi qualche riflessione-racconto in più vi lascio un link
    http://fabipasticcio.blogspot.it/2011/09/jamming-jamming-jamming-albicocche.html
    Buona giornata ♥

    #261099
    Dida
    Dida
    Partecipante

    Ma che bella idea, te la copio subito!

    #261100


    Molto interessante… Ho sentito parlare anche di persone che sterilizzano i vasi di marmellata utilizzando il programma più potente della lavastoviglie.

    I vasetti vanno incartati ciascuno in un sacchetto da freezer, ben chiusi e poi va avviato il programma della lavastoviglie, ovviamente solo con acqua senza detersivo…

    Dimmi la tua… perchè sono molto tentata… può essere comodo quando hai tanti vasetti di marmellata pronta…. 😉 😉 😉 😉

    #261101

    elvira
    Partecipante

    Ho sempre fatto anche io come Fabiana, ma non alcolizzo niente. Vale sia per la salsa che per le marmellate.

    Coninuo a non capire perche i vasi vadano capovolti: a me quello che si ferma sul tappo non piace!
    Non ho mai capovolto nulla e sono ancora qui a scrivervi!

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.